Cerca Attività
NoNoia
Home Interviste Classic Room

Intervista: abbiamo provato la Classic Room, di Intrappola.TO a Torino

classic room intrappolato
16
Apr
Pubblicato il 16 aprile 2017 in Interviste, da

La nostra terza intervista, sentiamo chi ha provato una escape room a Torino tra quelle proposte da Intrappola.TO.

Escape Room Map: Ciao Piero ti ringraziamo enormemente per questa intervista sulla tua esperienza di gioco all'interno di una stanza della fuga.

Piero: Ciao! Mi fa piacere rispondere a qualche domanda, anche se in effetti sono già passati un paio di anni da quando ho provato quelle escape room.

ERM: Meglio! Così tutto quello che ci racconterai è perché ti è rimasto ben impresso dato che di tempo ne è passato parecchio. Quale stanza hai provato?

P: Hai tempi, stiamo parlando di giugno 2015, con la mia squadra abbiamo provato la Classic Room, una stanza a cura di Intrappola.TO in Via Principe Tommaso 21F a Torino (zona San Salvario).

ERM: E prima di provare quella stanza avevate provato altre escape room?

P: No, è stata la nostra prima volta per tutti quelli che erano con me. Siamo tornati però a distanza di tempo per riprovarci, sempre nella stessa stanza.

ERM: In quanti giocatori siete entrati? La prima volta siete riusciti a scappare?

P: Siamo entrati in 6, ma purtroppo siamo riusciti ad uscire solamente in tre... no sto scherzando siamo usciti tutti sani e salvi (a parte l'emozione della sessione di gioco non può succedere niente di male) ma non siamo riusciti a scappare non completando la serie di enigmi. Come accennato poco prima siamo però tornati con la stessa squadra a distanza di una settimana, nella stessa stanza decisi a riuscire a fuggire nel tempo limite dei 60 minuti e così è stato.

ERM: Perché avete scelto quella stanza? Vi erano altre escape room a Torino?

P: Perchè era per noi la prima volta e la classic room ci è sembrata quella più semplice rispetto alle altre proposte da Intrappola.TO. Ai tempi non sapevo dell'esistenza di altre stanze della fuga a Torino.

ERM: La scenografia della stanza era come ve la immaginavate?

P: L'aspetto della stanza era come me l'aspettavo, ma mi ha sorpreso e un poco spiazzato il fatto che la soluzione degli enigmi non fosse consequenziale ma che ogni problema avesse una risoluzione fine a se stessa.

ERM: L'esperienza vi ha divertito? Cosa vi è piaciuto in particolare?

P: Si, ci siamo assolutamente divertiti parecchio e per questo siamo tornati in seguito e mi sono particolarmente piaciuti gli enigmi e il fatto che fossero di tipo completamente differente uno dall'altra.

ERM: Cosa vuoi consigliare a chi vuole provare una Escape Room?

P: Di cercare la stanza che più vi ispira, di prenotare una sessione e andare all'avventura senza cercare trailer o possibili soluzioni che magari in rete sui social vi sono nei commenti, vi è il rischio di vedersi annullato l'effetto sorpresa con il rischio di divertirsi di meno.

Condividi

Pino Galvagno
Chi è Pino Galvagno?

Fondatore di www.nonoia.it offre informazioni utili per provare esperienze fuori dal comune con i propri amici o in famiglia.

Potrebbero interessarti
il caveau milano Intervista: abbiamo provato il Caveau, della Get Me Out a Milano
Abbiamo chiesto a due ragazzi che hanno provato una escape room in tempo reale a Milano di raccontarci la loro esperienza di gioco
Leggi tutto
escape academy prison Intervista: abbiamo provato Prison, della Escape Academy a Torino
Scopriamo i segreti di Prison da chi ha davvero provato a fuggire da una delle stanze di Escape Academy a Torino
Leggi tutto

NONOIA BLOG

Contenitore di articoli per sconfiggere la noia: aggiornamenti, approfondimenti e novità su escape room, laser tag, acquapark, gokart, bowling e minigolf.