NoNoia

Come fuggire da una Escape Room

Per fuggire da una Escape Room non c'è una regola generale e non ci sono trucchi o tecniche valide per ogni stanza: ogni esperienza di fuga e di gioco è unica e non replicabile. L'unico dato di fatto è che per poter scappare da una Escape Room è necessario prima iscriversi ad una sessione di gioco!

Detto questo possiamo offrire alcuni spunti per aiutare la squadra imprigionata ad essere nel pieno della forma per uscire da una Escape Room.

Esempi di enigmi in una Escape Room

Una volta rinchiusi all'interno di una stanza sarà compito della squadra trovare le giuste combinazioni e/o chiavi per aprire la porta che impedisce la fuga. A tal fine sarà necessario risolvere una serie di enigmi, che possono variare da situazione a situazione per tipologia e per complessità.

Gli enigmi possono essere (mediamente) di due tipi e portare a diverse soluzioni.

scatola con doppio fondoEnigmi Fisici/Meccanici

Gli enigmi "fisici" sono dei "misteri" risolvibili mediante azioni manuali, come ad esempio un gioco di incastri che una volta risolto apre uno scomparto segreto, o fornisce un indizio per risolvere un rompicapo più complesso.

Alcuni "enigmi meccanici" possono essere: contenitori con doppio fondo, combinazioni, puzzle, informazioni che vengono fornite solamente a seguito di una azione fisica (ad esempio del testo scritto in inchiostro simpatico che compare solamente dopo esser stato illuminato con una lampada a raggi UV o mediante aumento della temperatura dell'inchiostro).

Enigmi Logici/di contenuto

I misteri relativi ad un contenuto sono dei testi, in formato letterario, matematico o iconografico, che una volta risolti forniscono informazioni per continuare il gioco, come ad esempio una combinazione, un indizio su dove trovare una chiave o il passo seguente da compiere. Fanno parte degli enigmi logici: quiz come il rebus, l'anagramma, alfabeti segreti, piste cifrate, rompicapo, equazioni matematiche o giochi logico matematici, soluzioni a semplici giochi e prove di intelligenza in genere.

Aiuti dalla regia

Ogni sessione all'interno di una Escape Room è video sorvegliata da un operatore, che oltre a monitorare il comportamento della squadra, fornirà delle soluzioni ai partecipanti nei momenti di stallo, in modo tale da rendere il gioco fluido e scorrevole, riducendo le sensazioni di frustrazione della squadra.

Pianificare il lavoro di squadra

Si potranno risolvere i diversi quesiti in maniera più organica e strutturata progettando un metodo di analisi degli enigmi e dei misteri presenti all'interno della stanza. Per questo motivo, prima di entrare, è buona norma per la squadra discutere su quali ruoli assegnare ai diversi partecipanti in funzione delle diverse abilità organizzando un vero e proprio piano o strategia per la risoluzione di ogni singolo enigma. Nel caso di squadra con poche persone sarà opportuno che ogni componente assuma diversi ruoli.

Una volta entrati, impiegate i primi minuti ad osservare l'ambiente in cui vi trovate, a scoprire la logica che lo governa, raggruppando tutti i primi enigmi che vi capitano sotto mano, per risolverli a seguire.

Alcuni ruoli potrebbero essere:

  • lo scout: il compito dell'esploratore è ritrovare tutti gli enigmi e presentarli ai compagni di gioco in modo tale che li risolvano. Scegliete il membro più agile (in alcuni casi si dovrà inginocchiare o contorcersi per vedere le cose da un punto di vista differente) e con un buon colpo d'occhio per scovare i rompicapo in velocità;
  • il matematico o logico: che risolva con più semplicità enigmi basati su calcoli o a base logica;
  • il letterato: una persona con una discreta cultura che ha letto o visto film in cui si sono svolti misteri simili (e per questo potrebbe conoscere la via più veloce per trovare la soluzione) e che potrà occuparsi, ad esempio, di risolvere indovinelli, anagrammi, rebus e alfabeti segreti;
  • il pratico: l'elemento della squadra in fuga con una buona manualità potrà occuparsi di tutti gli enigmi meccanici grazie all'esperienza acquisita nel maneggiare oggetti. Ancor meglio se il "pratico" è la stessa persona che si occupa di effettuare attività di "esplorazione";
  • il "tuttologo" o "diverso": è una figura che vede ogni enigma da un punto diverso da tutti gli altri. Questo personaggio diviene fondamentale quando tutti gli altri non riescono a risolvere un enigma, in quanto riesce a vedere le cose da un punto di vista completamente differente rispetto agli altri compagni di gioco;
  • il team leader: il componente della squadra che abbia buone capacità di pianificazione: si dovrà occupare di coordinare tutti i partecipanti aiutando coloro che sono in difficoltà, dovrà scandire il tempo mancante al termine di gioco e segnare tutte le informazioni scoperte su un block notes in maniera tale che non vadano perse e possano essere interpretate con semplicità.

L'assegnazione dei ruoli è opportuno venga fatta di comune accordo, sulla base delle effettive qualità di ognuno, riconosciute da tutti i componenti della squadra. Detto questo ricordate sempre che ogni ruolo non deve essere rigido e se qualcuno non riesce a risolvere il compito assegnato è opportuno che un altro componente gli dia una mano.

Cosa non si può fare per uscire da una Escape Room:

Per aiutarsi nell'obiettivo di fuga dalla stanza è vietato:

  • portare e utilizzare oggetti diversi da quelli presenti nella stanza;
  • portare con se cappotti, giacche, borse o zaini;
  • utilizzare aiuti esterni (ad esempio cercando soluzioni mediante smartphone) oltre al proprio cervello;
  • rompere gli oggetti e utilizzarli in maniera impropria;
  • portare con se fotocamere che andranno lasciate all'esterno in appositi armadietti.

Per agevolare il gioco in alcune Escape Rooms saranno presenti dei simboli di divieto su alcuni oggetti, in modo tale da comprendere se sono utili o meno ai fini del gioco (ad esempio un simbolo di divieto sulle pile di un oggetto permetterà alla squadra di capire che l'oggetto forse è necessario al fine di cercare una soluzione ad un enigma, ma le pile non vanno smontate).

6 consigli per fuggire da una escape room

In sintesi vediamo quali sono i 6 migliori suggerimenti per riuscire a trovare una via di fuga da una escape room:

  1. Gioco di squadra: se una mente non riesce a trovare la soluzione cooperate fra di voi!
  2. Pianifica il lavoro: pianificando la risoluzione di ogni singolo enigma riuscirete a trovare la soluzione più semplicemente.
  3. Parlate fra di voi: comunicate tutte le informazioni che riuscite a recuperare, potrebbero aiutare un vostro compagno di squadra che sta provando a risolvere enigmi diversi dal vostro. Fate però attenzione a non esagerare, troppe parole possono confondere!
  4. Se presente trovate il modello di risoluzione dei differenti enigmi. In alcune escape room alcune tipologie di enigma si possono risolvere con metodi simili fra di loro.
  5. Pensate e agite velocemente: 60 minuti sembrano tanti, ma man mano che terminano lo stress di non riuscire a trovare la via di fuga potrebbe bloccare la vostra capacità di ragionamento.
  6. Divertitevi: una escape room è un gioco, per cui pensate sempre che il vostro fine è passare allegramente del tempo assieme. Lasciate da parte inutili litigi o sterili polemiche!