NoNoia
Home Il bowling Il glossario del bowling

Il glossario del bowling

Il bowling è un gioco nato negli Stati Uniti d'America, perciò la terminologia ufficiale consta di termini anglofoni per indicare alcune caratteristiche di una partita o per descrivere particolari tecnici della strumentistica del gioco. Qui di seguito proponiamo un elenco non completo di questi termini con annessa spiegazione.

A

A.B.C.: American Bowling Congress, il congresso americano del bowling.

Alley: supercie di gioco.

Anchor: l'ultimo giocatore nell'ordine cronologico della squadra.

Apple: la boccia del bowling.

Approach: l'inizio dell'area di gioco, la cui fine è la linea di fallo.

Arrows: le freccie triangolari disegnate ad una precisa distanza dalla linea di fallo: serve come indicazione guidata per il lancio della boccia.

B

Backends: la parte della pista compresa fra le frecce e i birilli.

Balance hole: foro extra della boccia, usato per bilanciarla mentre scivola sulla pista.

Barmaid: il birillo in piedi nascosto dietro un altro birillo.

Benchwork: conversazione tra i giocatori di una squadra atta a distrarre gli avversari.

Big five: lo spare che avviene con tre birilli su di un lato e due sull'altro.

Blow: mancare uno spare facile.

Board: i listelli che si estendono dall'inizio dell'approach fino ai birilli: ogni pista contiene 39 di queste strisce di legno.

Body english: i movimenti spontanei del corpo con cui si tenta di guidare una boccia che scivola sulla pista.

Bridge: la distanza nella boccia tra i due fori per le dita.

Brooklyn: tipo di tiro in cui un giocatore destro colpisce diagonalmente i birilli 1-2.

C

Canale: quando non si colpisce nemmeno un birillo nell'arco dei due tiri disponibili del proprio turno.

Cherry/Chop: abbattere solo il birillo anteriore nel tentativo di spare.

Clover (Four-Bagger o Hambone): 4 strike di fila.

Coefficient of friction (COF): misura che indica l'ammontare di frizione tra la boccia e la pista. Il valore massimo ammesso è di 0,390.

Conditioner: l'olio condizionatore utilizzato sulla pista per preservarla dagli urti e per sfavorire il gancio.

Conventional grip: la presa dei principianti, che infilano le due dita nei fori fino alla seconda falange.

Cornice: il "frame", cioè il turno composto da due tiri. Il termine deriva dalla cornice entro la quale viene visualizzato il punteggio del giocatore nel corso della partita.

Count: numero di birilli colpiti nel primo tiro di uno turno.

Coverstock: la parte superficiale della bocca, costruita con varietà di materiali (poliestere, caucciù, uretano).

Creeper: una boccia lenta.

Crossover: boccia lanciata, nel caso di un destro, che colpisce la parte sinistra del birillo - viceversa per il giocatore mancino.

Curve: boccia che segue una traiettoria curva.

D

Dead apple: boccia che pur colpendo i birilli non li abbatte.

Delivery: il momento di rilascio della boccia.

Double: 2 strike di fila.

Dutchman: strikes e spare che, alternati, portano al punteggio finale di 200.

E

Early Timing: il rilascio della boccia in anticipo rispetto al raggiungimento della linea di fallo.

F

Finger grips: inserti posti dentro i fori che permettono un rilascio particolare.

Flare: quando la boccia si allarga verso l'esterno a causa di un tiro sbilanciato.

Foul line: il limite dell'approach, superato il quale il tiro è nullo.

G

Grandma' teeth: posizione casuale dei birilli rimasti in piedi dopo un tiro.

Gutter: i canali ai confini laterali della pista.

Gutterball: letteralmente, la palla nella grondaia, cioè nel canale.

H

Hit: colpo che raggiunge il soggetto mirato.

Honey: la boccia preferita.

Hook: deviazione finale della boccia precedente all'impatto coi birilli - il classico gancio.

Hooking lanes: una pista che favorisce il gancio.

K

Kegler: il giocatore di bowling, nell'antica terminologia tedesca.

Kickbacks: o sidewalls: pareti esterne nella zona dei birilli che permettono il rimbalzo degli stessi, così da rimetterli in gioco.

L

Late timing: tecnica di tiro in cui un giocatore rilascia la boccia dopo che il piede di scivolata si è già fermato.

Leverage: metodo di foratura della boccia.

Lift: la potenza impressa alla boccia dalle dita durante il rilascio. I finger grips servono per aumentare il lift.

Loft: lanciare la boccia verso l'alto, così da farla atterrare aldilà della linea di fallo.

M

Mark: spare o strike.

O

Oil: vedere "conditioner".

P

Par bowler: un giocatore con una media di 200 o una giocatrice con 190.

Par bowling: partite con una media maggiore o uguale a 200.

Pin deck: la parte della pista dove sono posizionati i birilli.

Pit: la parte alla fine della pista, dietro la pin deck, dove si raccolgono i birilli abbattuti.

Pitch: angolo con cui sono eseguiti i fori della boccia.

Poison Ivy: spare composto dai birilli 3, 6 e 10.

Poodle: mandare la boccia nel canale.

R

Reverse block: una condizione della pista in cui i listelli vicini al canale sono molto oliati e la parte centrale particolarmente secca.

Roullout: quando la boccia perde forza prima dell'impatto coi birilli.

S

Schleifer: uno strike debole, in cui i birilli sembrano cadere uno per uno.

Semi fingertip grip: tipo di presa in cui le dita sono inserite nei fori fino a metà tra la prima e la seconda falange e in cui il palmo della mano non è poggiato per intero sulla boccia.

Shining: aggiunta di materiali cerosi sulla boccia per renderla più liscia.

Short oil: condizionamento della pista fino a 24 piedi.

Skid: quando la boccia scivola sulla pista senza rotolare. della boccia senza rotolamento.

Sleeper: vedere "barmaid".

Span: distanza tra i fori delle dita e quello del pollice.

Spare: l'abbattimento di tutti i birilli nell'arco di un turno, cioè con due tiri.

Spin: il rotolamento, non necessariamente assometrico, della boccia.

Spinner: quando solo una porzione della boccia tocca la boccia durante il rotolamento sulla pista.

Split: sistemazione dei birilli dopo un tiro; quivi il birillo 1 è abbattuto e inoltre è rimasto uno spazio tra due o più birilli ancora in piedi.

Strike: abbattimento di tutti i birilli nel primo tiro del frame.

T

Tap: il birillo non abbattuto nonostante il tiro sembrasse perfetto.

Thrust: la potenza impressa alla boccia.

Tight lanes: piste molto condizionate, in cui il gancio risulta difficoltoso.TAP = Il birillo non abbattuto dopo un apparente tiro perfetto nella pocket.

Turkey: tre strikes di fila.

Turn: movimento che imprime alla boccia il rotolamento laterale.

W

Washout: tipo di spare split in cui si colpiscono il birillo 1 e 10 ed eventualmente altri.

WIBC: Woman's International Bowling Congress, cioè il congresso femminile internazionale di bowling.

Y

YABA: Young American Bowling Alliance, cioè alleanza giovanile americana di bowling.