Cerca Attività
NoNoia
Home Filmografia Harry Potter e la camera dei segreti

Harry Potter e la camera dei segreti

Harry Potter e la camera dei segreti
14
Mar
Pubblicato il 14 marzo 2017 in Filmografia, da

Alcune Escape Room in Italia ci catapultano nella Camera dei Segreti di Harry Potter. Scopriamo questo film nel dettaglio.

Harry Potter e la camera dei segretiTitolo originale: Harry Potter and the Chamber of Secrets
Titolo in Italia: Harry Potter e la camera dei segreti
Data di uscita: 2002
Regista: Chris Columbus
Genere: Fantasy
Attori: Daniel Radcliffe,Rupert Grint, Emma Watson, Kenneth Branagh, Richard Harris, Robbie Coltrane, Maggie Smith, Tom Felton, Alan Rickman

"Harry Potter e la camera dei segreti" è il secondo capitolo della saga che ha appassionato milioni di ragazzi, e non solo, in tutto il mondo.
Le riprese del film cominciarono nel 2002 a ridosso dell'uscita nelle sale del primo film, segno che il successo era dietro l'angolo e sia la scrittrice J.K. Rowling che il regista, si sono portati avanti.

Il film si apre con Harry Potter che è in procinto di cominciare il nuovo anno ad Hogwarts, ma come nello stile di questa saga, non tutto può filare liscio quando c'è di mezzo la magia.
La scena inizia con il piccolo folletto dalla sembianze terribilmente invecchiate che nella vita del maghetto ha sempre avuto un ruolo importante, perché molte volte lo ha salvato e anche questa volta si trova a casa dello zio di Harry per avvisarlo di non tornare assolutamente a scuola, perché la sua vita sarebbe in pericolo.

E proprio in questi frangenti che il piccolo mago, che in questo film è ancora poco più che un bambino, tira fuori una grinta che non ci si aspetta da un ragazzino gracilino e dall'aria sempre sognante. Si fa rivelare dal folletto chi è che gli ha dato la notizia, ma nella concitazione combinano dei danni che faranno finire Harry Potter chiuso a chiave in camera, senza poter uscire neppure da una finestra con le grate.

Harry Potter è purtroppo la metafora di quei bambini che subiscono lo strapotere degli adulti e, nonostante il successo del secondo film, anche nel primo era evidente che fosse un bambino "indesiderato". Per questo mandato in una scuola abbastanza lontana perchè non entrasse in competizione e dimostrasse la sua intelligenza e le sue capacità superiori.

In tal senso Harry Potter rappresenta la forza del riscatto, una sorta di "self made man" che, forte delle proprie origini da genitori anch'essi fuori dal comune come maghi eccellenti, riesce a spuntarla anche nelle situazioni più complicate.

Il coraggio di Harry Potter

Anche in questo caso Harry Potter ce la fa a liberarsi dalla sua "prigione" per raggiungere la scuola. Viene aiutato dai gemelli Weasley a bordo di una vecchia Ford, insieme all'amico di sempre Ron.
Il valore dell'amicizia nei film di Harry Potter è la colonna portante di tutta la saga. Il suo aiuto viene dagli amici più stretti, che lo difendono, invece, da nemici efferati pronti a fargli del male fino a eliminarlo fisicamente.
Questo in un certo senso è uno dei contesti dove la maggior parte dei ragazzini si rispecchia, con gli amici di sempre, ma anche con la paura di soccombere ai problemi che ogni giorno si presentano.

Harry Potter, pur essendo un ragazzino che deve addirittura difendersi dalla morte come una sorta di spada di Damocle sul suo destino, sa come destreggiarsi e si avvale di validi "collaboratori" nei quali in fondo ritrova la famiglia che non ha, uno splendido esempio di Team Building di successo.

I ragazzi dunque, arrivano al famoso binario, dove dovrebbero attraversare la porta magica e trovarsi sul 9 e 3/4, ma non funziona. Visto che hanno la macchina volante, contravvengono alle regole di usare la magia anche da principianti, e partono per arrivare a destinazione. Ad Hogwarts ci arrivano tra mille peripezie, perché i babbani li avvistano e potrebbero anche essere espulsi.

Dobby, il folletto, aveva ragione, perché all'interno della scuola fin da subito Harry, Ron ed Hermione assistono ad incidenti davvero strani, molti dei quali terribilmente pericolosi.
Alcuni studenti vengono pietrificati. E in questo frangente non si può far a meno di pensare allo spunto preso dalla scrittrice Rowling dalla Bibbia, quando la moglie di Lot viene pietrificata per essersi voltata. Qui invece il messaggio è diretto proprio ad Harry, e la scritta con il sangue che manda un monito sinistro: la camera dei segreti è stata aperta. La camera ricorda una sorta di "vaso di Pandora" da dove escono tutti i mali e questo preoccupa non poco Harry che sa di essere in pericolo, ma non è ancora chiaro chi sia il suo nemico.

Elementi come la pietrificazione dei compagni, l'avvertimento e soprattutto il sangue sono quanto meno inusuali in un film per ragazzi, ma la Rowling anche qui osa e non sbaglia. Crea, invece, quella giusta suspance che stuzzica la curiosità di sapere chi è stato e chi è che vuole eliminare il protagonista.

La lotta fra il bene e il male sarà una costante di tutta la saga di Harry Potter, ma ogni volta sembra che quest'ultimo abbia la vittoria su tutto, facendo temere la fine.
E' così che la Rowling e il regista creano un'attaccamento quasi viscerale con il piccolo maghetto, che tutti vorrebbero difendere e che invece apparentemente sembra "solo", senza l'aiuto di nessun adulto, contro chissà quale mostro.

La camera dei segreti è la metafora di quella porta che nessun bambino vorrebbe aprire di notte, senza sapere cosa c'è oltre e qui scatta inevitabilmente una forte immedesimazione, e non solo per i più piccoli.
Sta qui la componente magica che attrae irresistibilmente lo spettatore, ci fa comprendere l'estrema similitudine con una Escape Room e lo catapulta per tutta la durata del fin in quella scuola dallo stile gotico, buia, piena di anfratti e ambienti sconosciuti e dall'accesso proibito nel quale si celano i più terribili misteri.

Sarà la professoressa McGranitt a rivelare che la stessa camera fu un'idea di Salazar Serpeverde, contrario al fatto che la magia potesse essere insegnata anche ai mezzosangue. Tra questi ultimi c'è proprio Hermione, che finisce anch'essa pietrificata a causa della sua coraggiosa curiosità, tentata di andare a scovare il terribile mostro che è stato chiuso dallo stesso Serpeverde.
Harry scopre anche delle notizie su un diario: la camera era già stata aperta una volta, 50 anni prima, ed era costata la vita ad una ragazzina Mirtilla Malcontenta, che divenuta fantasma si aggira ancora nel luogo dove è morta, cioè nei bagni delle ragazze.

Ancora una volta il lato horror della saga fa irruzione in una storia dove sono protagonisti dei ragazzini: un omicidio, un mostro e la perdita di un'amica pietrificata.

La narrazione del film diventa un giallo, che mette i piccoli spettatori di fronte alla morte, quella fisica, ma anche quella dell'aldilà, da fantasma. Quella fisica così fa meno paura, anche se Mirtilla soffre e piange ancora per quanto gli è successo.

Tutto precipita: Hagrid viene arrestato, la sorella di Ron scompare, ed Harry insieme a Ron si ritrovano a dover combattere contro il mostro da soli.
Il proprietario del diario si scopre essere il fantasma di Voldemort, nemico giurato di Harry, che quindi lo ha spinto fin nella camera dei segreti contro un serpente gigantesco e spaventoso: il Basilisco.

Ancora una volta il piccolo maghetto è messo di fronte a qualcosa davvero più grande di lui, ma riuscirà ad affrontare tutto e a riuscire a riavere i suoi amici?

Il film diventa qui estremamente coinvolgente e non teme di impressionare i piccoli con i mostri enormi che spuntano dal buio, più cattivi che mai.

Le escape room correlate a Harry Potter

In tutta Italia sono presenti differenti stanze della fuga che sviluppano diversi momenti tratti dalla trama del film e queste stanze le potete trovare a:

  • Milano in cui entrerete nell'ufficio del Preside Albus Silente;
  • Alessandria dove rivivere le avventure la storia di Harry Potter nella camera dei segreti;
  • Cagliari dove sarà necessario esplorare la camera dei segreti;
  • Bari in cui vi troverete all'interno della scuola di magia di Hogwarts

Condividi

Pino Galvagno
Chi è Pino Galvagno?

Fondatore di www.nonoia.it offre informazioni utili per provare esperienze fuori dal comune con i propri amici o in famiglia.

Potrebbero interessarti
goonies I Goonies
I Goonies, film del 1985 di Steven Spielberg, è una colonna portante per comprendere le escape room e la ricerca di un tesoro mediante una mappa
Leggi tutto
2013 la fortezza Fortress – 2013 La Fortezza
Se volete provare a comprendere l'atmosfera che si respira in una stanza della fuga di tipo prigione questo è il film che fa per voi!
Leggi tutto

NONOIA BLOG

Contenitore di articoli per sconfiggere la noia: aggiornamenti, approfondimenti e novità su escape room, laser tag, acquapark, gokart, bowling e minigolf.