Cerca Attività
NoNoia
Home Filmografia Saw – L’enigmista

Saw – L’enigmista

saw enigmista
10
Apr
Pubblicato il 10 aprile 2017 in Filmografia, da

saw locandinaTitolo originale: Saw
Titolo in Italia: Saw - L'enigmista
Data di uscita: 2004
Regista: James Wan
Genere: Horror
Attori: Leigh Whannell, Cary Elwes, Tobin Bell

Saw - L'enigmista è un film horror girato nel 2004 e prodotto dalla Twisted Pictures e dalla Evolution Enternaiment.

Tratto dal soggetto di Leigh Whannell e James Wan, quest'ultimo anche regista del primo film della saga, Saw ha completamente ridimensionato lo stile horror riuscendo a centrare un obiettivo ormai lontano del genere: spaventare il pubblico.

La sua potenza è in diversi elementi, ma prima di rivelarli è bene comprendere di cosa tratta questo film ormai entrato nella leggenda.
Adam Faulkner (Leigh Whannel, sì proprio l'autore della sceneggiatura) è un giovane fotografo che si risveglia da un incubo, non sapendo che il vero incubo sta per cominciare.
Si ritrova infatti incatenato ad una vasca da bagno senza alcuna idea di come ci sia arrivato. Ben presto si accorge però di non essere solo in quanto, al centro della stanza c'è un cadavere riverso grondante sangue e, alla sua estremità, Lawrence Gordon (Cary Elves) un medico oncologo nelle sue stesse condizioni.
Non comprendono il motivo della loro presenza in quel luogo angusto fino al ritrovamento di due audiocassette che riveleranno pochi indizi: un pazzo li ha rinchiusi nel bagno e insegnerà loro una preziosa lezione.
Il film prosegue con un serie di indizi e rivelazioni che li porteranno a scelte decisive, che queste ultime siano vitali o mortali verrà scoperto solo al finale.
In questo lungo moto di emozioni ciò che colpisce è l'assenza di una scena alternativa. Tutto viene svolto in quel bagno, tutto è colpito dalla luce fredda dei neon, tutto contribuisce a creare un'ansia crescente nello spettatore.

L'idea di essere rinchiusi in una stanza, incatenati e senza possibilità di scappare è un'idea soffocante anche solo a pensarci, eppure Saw ha reso tutto così palpabile e reale che non stupisce l'enorme successo che ha avuto il film. Da questo film è scaturito l'interesse verso le Escape Room, ovvero una stanza in cui sono intrappolate diverse persone e una serie di enigmi da risolvere prima dello scorrere del tempo. Certo, queste non finiscono con una fine tragica ma un partecipante empatico può riscontrare un forte collegamento con il film.

Girato in soli diciotto giorni, Saw ha incassato 103.096.345 dollari a fronte di un budget iniziale di soli 1.200.000. In capo a poche settimane la crescente attenzione verso questo film lo rese un cult e tutto grazie all'ansia generata da una figura misteriosa, una serie di enigmi da risolvere e la ricerca della salvezza ad ogni costo.
L'accoglienza collettiva fu così positiva per l'innovazione introdotta dal film.

Il classico horror aveva ormai abituato con i suoi diktat: personaggio cattivo e/o spaventoso, dialoghi banali, personaggi secondari che muoiono tutti, protagonista che rimane fino alla fine e una costante doppia scelta dove se sbagliavi morivi; l'attrice di turno ovviamente sceglieva la strada sbagliata mentre lo spettatore sapeva già quale fosse la giusta. Il risultato era un'incognita messa in sicurezza di quest'ultimo che, immedesimatosi nel personaggio, si sente coraggioso perché sa come sopravvivere.

In Saw tutto ciò non esiste. Non si sa chi sia il cattivo, non ci sono personaggi secondari, non c'è la polizia da chiamare, non c'è un punto di una cartina in cui localizzarsi, non c'è niente eccetto se stessi in lotta contro il tempo.
Lo spettatore può solo ipotizzare cosa farebbe al posto del protagonista, quanto veloce risolverebbe un enigma, quale strumento userebbe per cercare di fuggire via. Ma tutto questo è solo un'ipotesi perché al termine del film tutte le carte vengono rimescolate e ciò che rimane è una sensazione inopportuna e sgradevole che ti rimane addosso fino a quando non esci fuori di casa e sai che sei libero.

Le escape room correlate a Saw - l'enigmista

In tutta Italia sono presenti differenti stanze della fuga che riprendono la trama o l'ambientazione di questo film e nel dettaglio le potete trovare a:

 

Condividi

Pino Galvagno
Chi è Pino Galvagno?

Fondatore di www.nonoia.it offre informazioni utili per provare esperienze fuori dal comune con i propri amici o in famiglia.

Potrebbero interessarti
quella casa nel bosco Quella casa nel bosco
Scopriamo un ottimo film per comprendere le escape room horror: "Quella casa nel bosco" dove 5 ragazzi saranno imprigionati dentro ad un cottage
Leggi tutto
cube il cubo Cube – Il cubo
Cube o Il Cubo è il film che ispira e fa comprendere le emozioni claustrofobiche che si provano in una escape room tra il Thriller e l'Horror
Leggi tutto

NONOIA BLOG

Contenitore di articoli per sconfiggere la noia: aggiornamenti, approfondimenti e novità su escape room, laser tag, acquapark, gokart, bowling e minigolf.